Programmazione ad oggetti e Python

Ecco come ottenere lead più coinvolti e di qualità

In questo periodo sono molteplici le aziende alla ricerca di programmatori che conoscano e sappiano fare la programmazione ad oggetti. Perché? Perché grazie ad essa sono riusciti ad incrementare il loro fatturato del 73%.
In questo articolo scoprirai come incrementare il coinvolgimento degli utenti portando più acquisti o contatti grazie alla programmazione ad oggetti.

Cos’è? Quando serve? E in che modo può essere utile al tuo brand?

La programmazione ad oggetti entra in gioco quando gli strumenti di web design a tua disposizione non sono sufficienti.
Si tratta di una tecnica di programmazione che si utilizza ormai da una decina di anni, è quindi la base per iniziare a metter mano al codice e comprenderne i suoi utilizzi.

Python è uno dei migliori linguaggi per poter imparare a sviluppare, semplice da usare e meno rigido sotto tanti aspetti rispetto ad altri linguaggi.
Immagina di dover implementare una nuova app per il tuo business o di dover personalizzare funzionalità del tuo sito, oppure ancora sviluppare un CRM che riesca a ottimizzare gli aspetti organizzativi della tua azienda.
La programmazione ad oggetti è il servizio che fa al caso tuo.

Adesso ti svelerò alcuni segreti che potrai applicare da subito per ottenere lead più coinvolti e di qualità.

Biz Bull recensioni

Programmazione ad oggetti - Ciclo di sviluppo

– Definizione: cioè i requisiti che un programma deve soddisfare sulla base di un problema o di un’esigenza;
– Progettazione: si descrive cosa dovrà fare il programma
– Implementazione: scrittura dell’algoritmo per risolvere il problema (attraverso numero finito di passaggi con approccio top-down: cioè da azione più grandi a quelle più piccole)
– Test: effettuare dei test e nel caso vi siano errori, ovviamente risolverli.

Per descrivere al meglio tutti i procedimenti di un codice è buona norma fare commenti per descrivere che azioni compie quel pezzo di codice.

Python è un linguaggio di programmazione nato negli anni ’90 , inventato dall’olandese Guido Van Rossum.
Prende il nome da un gruppo comico inglese “Monty Python”, alcune caratteristiche lo distinguono dagli altri linguaggi, ad esempio:
– Interpretato: viene tradotto in linguaggio macchina ed eseguito istruzione per istruzione;
– Interattivo: si possono immettere diverse istruzioni direttamente nel prompt (operazione nominata shell);
– Orientato agli oggetti: la soluzione avviene grazie ad una specifica attribuzione e non solo come sequenza da seguire;
– Di alto livello: facilmente comprensibile dagli esseri umani, tant’è che include alcuni elementi del linguaggio naturale.

Le Variabili nella programmazione ad oggetti in Python

Una variabile è un nome che va a riservare un determinato spazio di memoria del PC. Per collegare una variabile a un valore bisogna semplicemente assegnarlo in questo modo:
x = 1
l’uguale in informatica è un’assegnazione.
È possibile anche impostare un valore alla stessa variabile da utilizzare in futuro.

I nomi delle variabili hanno delle regole:
– non possono iniziare con numeri o caratteri speciali
– devono avere significato e brevità
– non devono contenere spazi o dei caratteri particolari
– non posso essere formati dalle keyword proprie di Python, come “if” “else” ecc
– vanno evitati i caratteri accentati
Python è un linguaggio case sensitive.

In Python non c’è bisogno di indicare il tipo di dato mentre dichiari una variabile, per capire di che tipo è una variabile si fa riferimento all’utilizzo della funzione “type”.
Le funzioni di base di Phyton sono:
Input: chiede all’utente di inserire un valore. Possiamo anche indicare un tipo di dato.
Print: serve a stampare in modalità output (direttamente a video/su file o altro) il valore di una variabile ma anche di un’espressione.
Format: formatta i numeri restituendo una stringa. Ha due argomenti: il primo è il numero da formattare. Il secondo specifica il tipo di formato.

Parti di codice fondamentali per la programmazione ad oggetti

Costrutti
– If (+ else , elif )
indica un punto decisionale nel codice, esempio: se a è maggiore di b allora scrivi “grande” se non lo è scrivi “piccolo”
🡪 if a > b:
         print(“grande”)
Else:
         print(“piccolo”)
– Ciclo While
Basato su una condizione, cicla fino a quando quella condizione risulta False.
– Ciclo For
Questo ciclo ci permette, con un contatore, di eseguire il blocco di codice fino alla soddisfazione di una data condizione (fino a un numero X di volte). La prima parte di questo ciclo è la clausola “for” con il nome di una variabile contatore (indipendentemente se è stata inizializzata prima), poi la parola chiave “IN” e i due punti di chiusura. Il blocco del codice all’interno del “for” verrà eseguito un numero determinato di volte.

Funzioni
Ci sono diverse funzioni, quelle già disponibili nella libreria standard (come math e random) oppure altre che si possono aggiungere e in più quelle che possiamo creare in modo personalizzato. Una funzione racchiude un gruppo di istruzioni a cui viene dato un nome. Favoriscono la creazione di un programma modulare (contrario di sequenziale)
Una funzione ha due componenti cioè l’intestazione e il corpo.
Sintassi per creare una funzione:
def nomefunzione(param1,param2):
      istruzione1
      istruzione2
      return argomento

Possono anche non esserci parametri, ma in quel caso si lasciano le “( )” vuote, se ci sono invece, si possono definire nel caso siano obbligatori oppure no. Return serve per restituire un risultato, quello che ci servirà una volta concluso il blocco di codice all’interno.

Tutte le istruzioni return devono essere indentate.
Si può omettere il return nel caso in cui non ci interessi salvare nessun dato una volta finita la funzione.

Tipologie di errori nella programmazione ad oggetti

  • Errori di sintassi:
    errori di scrittura del codice, si presenta con “SyntaxError: invalid syntax”
  • Errori di runtime:
    il codice è scritto correttamente, ma poi non riesce ad essere eseguito in modo corretto. Esempi : NameError, TypeError, ecc…
  • Errori semantici:
    il codice è eseguito correttamente ma lo script non restituisce il risultato desiderato.

    Una volta capito che c’è un errore, bisogna trovarlo e correggerlo, questa azione prende il nome di debugging.
    Si utilizzano di solito alcuni print per verificare la giusta assegnazione a una determinata variabile.

    L’istruzione più utilizzata per trovare errori è Try Except che permette la specifica della gestione degli errori. Si può definire come deve comportarsi al programma nel caso di riscontro di un errore all’interno tra try ed Except.

Programmazione ad oggetti: sequenze, liste e tuple

Le sequenze sono oggetti che comprendono diversi dati, esempi: stringhe, le liste, le tuple.
Hanno tratti in comune come:
– sono iterabili tramite un ciclo è possibile accedere ai dati uno ad uno;
– possono essere mutabili o immutabili alcune modificabili dopo la creazione ed altre no;
– la posizione di ogni valore è segnata da un numero denominato indice posizione;
– utilizzano diverse funzioni e non solo che permettono un operabilità sui dati.
Una stringa è effettivamente una sequenza immutabile di caratteri che può contenere caratteri alfanumerici e simboli.

Un esempio di sequenza possono essere le liste, raccolte di dati (elementi) inclusi in segni grafici come le parentesi.
Possono contenere qualsiasi tipo di dato, non necessitano di essere uniformi ed è possibile inserire tuple o stringhe all’interno di esse.

Es:
a = [10,20,30]b = [“rome”,”firenze”]c = [“Savona”, 10,”Milano”,23]d = [“ciao”,20,(10,20)]
– Una lista senza elementi è definita una lista vuota: []– Una lista può essere inclusa in un’altra
– È possibile usare lo slicing anche nelle liste per prendere un determinato elemento

Le tuple sono molto simili alle liste ma gli elementi contenuti in esse sono tra parentesi tonde anziché quadre e, come per le liste gli elementi sono separati da virgole.
– Anche le tuple possono contenere dati di qualsiasi tipo.
– Differenza sostanziale è che le tuple invece sono IMMUTABILI, dopo essere state create non sarà più possibile modificarle.
Quindi sono più sicure, inoltre Python funziona meglio con le tuple rispetto che con le liste.
Es:
tupla = (10,20,30)
a = list (tupla)
In base a questo esempio vediamo come una tupla può essere trasformata in lista allo scopo di modificare gli elementi.

I dizionari di Python

Anche i dizionari sono raccolte di dati, però NON sono sequenze. Non sono ordinati, quindi non hanno un indice, ciò significa che non è possibile utilizzare l’indicizzazione su di essi.

La chiave e il valore costituiscono gli elementi dei Dict. Le chiavi sono univoche e rappresentano qualsiasi tipo di dato non mutabile, alle chiavi vengono associati i valori che possono riguardare dati sia mutabili che immutabili. Essendo le chiavi univoche infatti, se proviamo a inserirne un’altra identica Python le sovrascriverà. Possono utilizzare liste, tuple, o altri dict come valori degli elementi.

I dict possono essere attraversati da un ciclo for con la seguente sintassi:
dict1 = {1:”a”, 2: “b”, 3: “c”}
for chiave in dict1.keys():
print(chiave)

per attraversare i valori si esegue lo stesso procedimento ma inserendo “.values()” al posto di “.keys()”

Per invece estrarre le tuple composte di chiave e valore si utilizza .items(), così facendo il dict diventa iterabile e quindi si può utilizzare un ciclo for per estrarre le tuple.

Classi, Attributi e Metodi nella programmazione ad oggetti

In Python una variabile può diventare un oggetto di tipo diverso. Vengono chiamati “literals” le strutture di dati più complessi come le tuple, liste o dizionari.
In queto esempio:
citta=’Roma’

Città è un’istanza della classe string, quindi una classe viene definita con attributi, cioè delle caratteristiche e metodi che sono delle azioni. Il termine oggetto indica un“elemento” con attributi e metodi. Una classe è una descrizione di un oggetto in modo astratta, infatti rappresenta il raggruppamento di oggetti in un determinato insieme, infine l’istanza è la realizzazione effettiva di un oggetto di una classe.

Gli attributi delle classi sono definibili per mezzo di attribuzione, anche se di solito si usa un metodo costruttore, cioè “ __init__”. Il metodo costruttore __init__ è utilizzato da Python nel momento in cui deve inizializzare lo stato di un oggetto in una classe, può indicare anche la definizione degli attributi.

Es.
Class nomeclasse():
def __init__(self,naz,Nome=””,Cognome=””):
self.nome = Nome
self.cognome = Cognome
self.nazionalità = naz

Self è il futuro nome della potenziale istanza della classe.
Per questo è obbligatorio metterlo come parametro nelle parentesi tonde di ogni metodo.
Il metodo definito come costruttore non fa alcun calcolo, deve solo delimitare gli attributi della futura istanza, per questo non finisce con un “return”.
È buona norma scrivere gli attributi d’istanza nel metodo “__init__”, mentre gli attributi di classe all’interno.
Per creare una istanza basta mettere un nome per l’oggetto e assegnare allo stesso la classe creata:
numero1 = Moneta()

I metodi di classe sono delle procedure.
I metodi che andremo a creare devono avere come argomento quello inserito prima, il “self”. Il metodo speciale “__str__” permette di costruire la rappresentazione informale di un oggetto in formato stringa.

Esistono gerarchie piramidali, quello che sta in basso eredita le caratteristiche di tutto quello che lo precede. In particolare esistono:
– Parent Class
– Child Class
La child eredita tutti i dati e i metodi della classe parent, inserisce più info e sovrascrive metodi. Per indicare la child basta indicare all’interno di essa(nelle tonde come arg) la classe parent, è possibile inserire più classi padri all’interno di una classe figlio.

Come possiamo aiutarti nella programmazione

La storia di Biz Bull trae origine da Reddoak, software house leader nei sistemi informatici. La nostra azienda ha sviluppato app tra le più scaricate in Italia come Quiz Patente, Autovelox, MisterLavaggio. La programmazione e il web design fanno parte del nostro DNA. Per questo abbiamo deciso di mettere il know-how accumulato in anni di esperienza a disposizione dei nostri clienti, che seguiamo passo passo.
Non dovrai pensare a nulla, faremo tutto noi.

Articoli Correlati

CONTENUTI MARKETING GRATUITI

No, non ti riempiremo di spam.

1 volta a settimana riceverai contenuti di marketing gratuiti su come:
– aumentare lead generation
– ottenere più traffico sul tuo sito web
– come incrementare i tuoi followers
e tanti altri…

Compila il modulo qui sotto:

Siamo riconosciuti da

Non prendere le nostre parole come vere. Ecco quello che dicono di noi i nostri clienti:

In base a 208 valutazioni.
Alessia Pica
Alessia Pica
08/11/2022
Verificata
Lo shooting di oggi è stata una bellissima esperienza, le ragazze sono state davvero molto brave! Non vedo l'ora di vedere tutte le foto!
Mirela Felicia
Mirela Felicia
05/11/2022
Verificata
Pessima esperienza. Obbligano firmare un contratto che non va a pari con il pagamento. Prezzi esagerati rispetto ad altre compagnie
Marisa Molinaro
Marisa Molinaro
28/10/2022
Verificata
andrea sempre gentile e disponibile!l avori ottimi!!
NICOLA ISOPO
NICOLA ISOPO
24/10/2022
Verificata
Donatella Lasio
Donatella Lasio
11/10/2022
Verificata
Sempre attenti e disponibili!! Li consiglio caldamente!
Angela Avarello
Angela Avarello
11/10/2022
Verificata
Ho appena cominciato, sono ai miei primi post e campagna, ma devo dire che l'attenzione da parte di BizBull per il mio business è molto alta. Grazie
Autoscuola Zinzi
Autoscuola Zinzi
10/10/2022
Verificata
DeRa Formazone
DeRa Formazone
07/10/2022
Verificata
Damiano Leone Modina
Damiano Leone Modina
30/09/2022
Verificata
Raffaella Dionisi
Raffaella Dionisi
27/09/2022
Verificata
L'aquila, il nostro negozio e Noi abbiamo conosciuto un team incredibile. Professionalità, disponibilità, grinta. Silvia, Luca e Simone grazie. Ci avete regalato un' esperienza unica...alla prossima!

Stai cercando un'agenzia che ti aiuti a raggiungere i tuoi obiettivi?

Ti facciamo ottenere risultati concreti con strategie provate e testate di digital marketing.
Le campagne marketing sono bestie complesse. Qui è dove entriamo in gioco noi. Il nostro team di esperti crea strategie digital marketing su misura che ti faranno avere contatti e vendere di più.
Ti suggeriamo i migliori servizi di digital marketing per raggiungere gli obiettivi di crescita del tuo business. Dal website design e SEO a campagne creative e Social Media Advertising. Abbiamo un arsenale di strategie di digital marketing efficaci per la tua attività.

Gestione Social 👉

La gestione di canali di comunicazione come Instagram, Facebook, Tik Tok, LinkedIn è fondamentale per la costruzione di una strategia di marketing per aumentare il fatturato. Per questo noi di Biz Bull creiamo un piano editoriale social su misura per te.

Lead Generation 👉

Creiamo una strategia marketing su misura per la tua attività in modo da rendere sempre più efficiente la Lead Generation ovvero l'acquisizione di nuovi contatti, potenziali clienti.

Marketing Automation 👉

Sono molti gli imprenditori e imprenditrici che ad oggi vorrebbero gestire il loro marketing online e offline, ma non hanno il tempo. Qui entriamo in gioco noi creando un sistema replicabile che gestisca in automatico i tuoi contatti facendoli diventare i tuoi nuovi clienti.

Progettazione siti 👉

Progettazione siti web belli, efficienti, ed efficaci. I nostri siti web convertono come un sogno e sono ottimizzati per portarti più contatti e vendite.

SEO 👉

Domina la pagina dei risultati di Google con tutte le forze grazie al nostro servizio SEO. Aumentiamo il traffico del tuo sito web usando una SEO affidabile e efficace.

Email Marketing 👉

Email marketing che convertono. Costruiamo una lista mail portandoti nuovi clienti e facendo interagire nuovamente quelli vecchi grazie ai nostri contenuti fantastici.

Non sei sicuro che questo sia il servizio adatto a te?

I nostri Consulenti di Digital Marketing stanno aspettando solo di aiutarti.
Richiedi una consulenza gratuita oggi e ti dedicheremo 30 minuti spiegandoti come possiamo aiutare il tuo business a raggiungere gli obiettivi in 1 anno, 5 anni o 10 anni.

Vuoi approfondire altri temi? Ecco gli articoli correlati:

BeReal - Biz Bull

BeReal: che cos’è e come funziona

Sono sempre più le aziende che stanno scaricando BeReal perchè quello che le persone chiedono è la trasparenza. Vogliono sapere che possono fidarsi, non acquistano a caso, ma solo su siti che hanno una certa autorità. BeReal è diventato il mezzo per trasmettere questa fiducia tramite foto in tempo reale di come avvengono i processi dietro ai prodotti e/o servizi.

Continua a leggere »